Lo Stregatto di Alice nel Paese delle Meraviglie… tra le stelle

Gli scienziati della NASA hanno individuato un gruppo di galassie che hanno soprannominato “Cheshire Cat” per la sua somiglianza con Stregatto di Alice nel Paese delle Meraviglie, la storia creata da Lewis Caroll e uno dei cartoni animati di successo di Disney.

L’immagine dello stregatto cosmico di Alice è stato osservata e catturata dai telescopi spaziali Hubble, gestito da Nasa e Agenzia Spaziale Europea (Esa), e Chandra X-ray Observatory della Nasa.

Stregatto Alice nel Paese delle Meraviglie

Un punto chiave della teoria della relatività di Einstein è che la materia deforma lo spazio-tempo con la sua gravità e, quindi, un oggetto di grande massa, come una stella, una galassia o un gruppo di galassie, può provocare una distorsione evidente nel percorso della luce che proviene da un oggetto distante, come altri corpi celesti che si trovano alle sue spalle, funzionando come la lente di un telescopio. Questo fenomeno è chiamato, infatti, lente gravitazionale e permette agli astronomi di dimostrare l’esistenza di galassie lontane che sono impossibili da vedere anche con i più potenti telescopi.

stregatto-alice

La scoperta del “Cheshire Cat”, Stregatto, è a causa di questo effetto. Alcune delle sue caratteristiche sono in realtà galassie distanti la cui luce è stata distorta da grandi quantità di massa: questo fenomeno ha generato un’immagine deformata e ingrandita delle galassie, simile al volto di un gatto che emerge dall’oscurità, con grandi occhi brillanti e un sorriso enigmatico. Il naso è formato da una singola galassia, mentre gli archi che disegnano il volto e il sorriso sono generati da quattro galassie poste sullo sfondo. A formare gli occhi sono invece due galassie che stanno correndo l’una verso l’altra a quasi 500.000 chilometri l’ora e destinate a scontrarsi fra circa un miliardo di anni. .