Roger Rabbit… di nuovo incastrato?

rogerrabbit.jpg

Mentre parlava con MTV dell’uscita del nuovo cofanetto di “Ritorno al futuro” in Blu-ray, Robert Zemeckis ha dato un breve aggiornamento sugli sviluppi del sequel di “Roger Rabbit“. Alla domanda se la sceneggiatura è stata ancora scritta dagli autori originali (Peter S. Seaman e Jeffrey Price), Zemeckis ha confermato e commentato ridendo “Sono lenti“. Ma nessun dettaglio in più, solo “Sarà grande, penso che sarà davvero grande“.

Come mai ci stanno impiegando tanto? Il prequel quasi sconosciuto ‘Who Discovered Roger Rabbit?‘ narra di come il celebre coniglio abbia guadagnato la propria fama a Broadway e a Hollywood nel periodo della grande depressione americana. Per la realizzazione della pellicola venne arruolato un cast d’eccezione: dal compositore Alan Menken, vincitore per ben otto volte dell’Academy Award, chiamato per comporre cinque nuovi pezzi, al leggendario animatore e regista Eric Goldberg. Una prima sequenza di prova venne girata nel 1998, combinando all’animazione tradizionale quella computerizzata con parti in live action. Il risultato però non convinse Disney stessa, che preferì effettuare un nuovo test convertendo tutti i personaggi cartoon in Computer Graphic. Il budget ovviamente finì per impennarsi come un razzo, superando i 100milioni di dollari, obbligando Micheal Eisner (CEO di Walt Disney) a staccare definitivamente la spina del progetto.

All’inizio del 2010 poi era comparso un test di animazione, sì perché il sequel di Roger Rabbit mischierà anche figure di cartoni animati in 3D: eccolo. Anche le avventure de I Puffi 3D prevedono uno scambio di battute tra personaggi animati ed esseri umani.