L’uomo Tigre (Tiger Man): da cartone animato a film (Tiger Mask)

Il primo video trailer dell’adattamento cinematografico live-action del cartone animato Tiger Man tratto dal manga degli anni ’60 ha debuttato sabato scorso. Il film dedicato all’Uomo Tigre si chiamerà Tiger Mask tratto dal manga originale Tiger Mask (L’Uomo Tigre in Italia) di Ikki Kajiwara e Naoki Tsuji e sarà nelle sale giapponesi da novembre 2013. Il film Tiger Mask / Tiger Man è stato annunciato nel mese di novembre del 2011 e il regista Ken Ochiai ha girato le riprese nel mese di dicembre dello stesso anno.

Il sito Eiga.com ha anche svelato le prime immagini e il poster del film dedicato all’Uomo Tigre dalle atmosfere molto dark. Il protagonista del film è il cantante / attore Eiji Wentz (Gegege no Kitaro, Brave Story), che vestirà i panni del protagonista Naoto Date/Tiger Mask; Natsuna Watanabe (Arrivare a Te, Gantz) è Ruriko, mentre Show Aikawa (Tokyo Zombie, Zebraman) presta il volto al malvagio Mister X. uomo tigre, tiger man, film,video,trailer,cartone animato, Tiger mask

uomo tigre,tiger man,film,video,trailer,cartone animato,tiger maskTiger Mask” è l’alter ego del personaggio Naoto Date, un orfano diventato lottatore professionista che combatte contro una organizzazione di wrestling per i bambini in un orfanotrofio. Nella nuova configurazione per il film, Naoto Date indossa una tuta speciale e si trasforma in Tiger Mask con una maggiore mobilità e forza muscolare. La sua maschera è stata ridisegnata con un cenno agli eroi d’azione americani di fumetti come Spider-Man e Batman.

Trama cartone animato (fonte: wikipedia)

Naoto Date è un orfano cresciuto dopo la seconda guerra mondiale. Un giorno, facendo visita a uno zoo insieme ai compagni di orfanotrofio, alla vista della gabbia con i grandi felini, capisce di voler diventare forte come una tigre per combattere le ingiustizie nei confronti degli orfani come lui. Allora scappa, lasciando i compagni attoniti, e incontra l’emissario della “Tana delle Tigri”, un’associazione a scopo di lucro che addestra lottatori fortissimi provenienti da ogni parte del mondo. Si reca così sulle Alpi, dove ha sede la Tana delle Tigri, e lì trascorre i successivi 10 anni sottoponendosi ad allenamenti durissimi. Divenuto adulto Naoto comincia a combattere ferocemente, come gli è stato insegnato, e, dopo essersi fatto una fama di lottatore feroce in America dove viene soprannominato “Diavolo giallo”, torna in Giappone. Ma esiste una legge della Tana delle Tigri, per cui ogni lottatore ha l’obbligo, per tutta la sua vita professionale, di dare la metà dei suoi compensi all’associazione. Chi disubbidisce è considerato traditore, e subisce punizioni terribili. Naoto Date/Tiger Mask, tornato a visitare quello che era stato il suo orfanotrofio, decide di non rispettare l’obbligo nei confronti della Tana delle Tigri, e aiutare invece tutti gli orfani con il denaro vinto dagli incontri. Decide così di saldare il debito contratto dall’orfanotrofio con uno strozzino e inizia a combattere onestamente, anche per non influenzare negativamente i suoi giovani ammiratori. Comincia in questo modo un’interminabile serie di incontri all’ultimo sangue contro i sicari mandatigli dalla Tana delle Tigri, i quali cercheranno in tutti i modi possibili di punire il suo tradimento: hanno difatti ricevuto l’ordine tassativo di ucciderlo sul ring. Uomo Tigre lotterà con tutte le sue forze per liberarsi dalle spire malvagie di quest’organizzazione criminale.